DEPOIS DE IR A MEDJUGORJE MINHA FAMÍLIA ENCONTROU A PAZ E O AMOR

Tempo de leitura: 2 minutos

Compartilhe com seus amigos!

Stavo cadendo nello stress depressivo, ma grazie a una chiamata, Medugorje mi salva .
 Tutto parte nell’ agosto  del 2016; mi trovavo con la mia famiglia a Margherita di Savoia dove stavo trascorrendo la mia prima vacanza, dopo tanti anni di seri problemi da parte della mia famiglia e sopratutto quella di mia moglie. Una notte mentre stavo riposando sognai che stavo viaggiando con un pullman che si fermò in un posto dove c’era una chiesa, e dietro due Monti pieni di pace, ma ancora non capivo cosa era tutto questo . Al mattino lo spiego a mia moglie e mi disse che era solo un sogno, ma questo mi tormentava ( per 3 giorni consecutivi).  Poi  l’ho racconto ad un amico e mi disse che quel posto si chiamava Medugorje. Mi diceva di tornare a casa e  poi di parlare con un parroco che fa pellegrinaggi a Medugorje e che potevo dirglielo nella confessione   e spiegare il tutto …e così feci, e ritornai a casa. Avevo conosciuto don Rocco Giannetta, un parrocco pieno d’ amore e semplicità. Subito mi disse:” tu ad ottobre dovrai partire con me”.
E io così parlai con la mia famiglia e anche loro furono  contenti di questa mia decisione, perchè sapevano le mie condizioni. Una volta partito stavo già capendo che quel viaggio mi avrebbe tanto aiutato, lì ho conosciuto persone speciali. Quanto sono arrivato a destinazione, subito ho avuto un contatto spirituale con l’amata Madre celeste. Quei 4 giorni per me sono stati davvero decisivi per un mio vero cambiamento da parte mia e così la mia richiesta fatta alla Madonna sul Podbdro e quella fatta sul Kricevaz di donarmi la pace che da anni cercavo e loro me l’ hanno donata. Dopo questa bellissima esperienza, ritorno a casa dove ad aspettarmi a braccia aperte stava la mia famiglia e hanno visto subito un uomo diverso e mia moglie mi disse:”porta pure me”, e i miei figli vedendo questo gesto mi dissero:” papà anche noi vogliamo venire con te”. Io da buon marito e da gran padre, esaudisco subito il loro sogno, così sempre partendo dalla mia città (Foggia) a luglio 2017 sempre con la presenza e l’amore di don Rocco Giannetta, arriviamo di nuovo in quel paradiso chiamato Medugorje. Subito all’arrivo la mia famiglia capì che tutto quello che gli avevo raccontato era tutto vero. Dopo questa esperienza con la mia famiglia, abbiamo trovato la pace e l’amore che ci serviva dentro di noi. C’è sempre da migliorare nella nostra vita e per questo che ho chiesto sia a Dio che alla Madonna, di farmi ritornare in quel posto, che io chiamo “paradiso” dove Lei concede sempre tutte le nostre richieste. Ora vi invito ad andarci almeno una sola volta,  per capire cosa davvero c’è in quel villaggio meraviglioso. Vi ho reso partecipe di questa mia piccola testimonianza per farvi capire che la nostra Madre è sempre pronta ad aiutare i propri figli ed io che stavo per cadere , Ella mi ha ridato la pace e l’amore che nessuno mi poteva dare. Grazie amata Madre per avermi aiutato.

 Carmine Di Tullio

Matéria original:

https://medjugorjetuttiigiorni.blogspot.com.br/2018/05/dopo-essere-stati-medjugorje-la-mia.html

Compartilhe com seus amigos!

Deixe uma resposta

O seu endereço de e-mail não será publicado. Campos obrigatórios são marcados com *