Monsenhor Hoser: “Em Medjugorje assistimos conversões espetaculares que acontecem todos os dias”

Compartilhe!

Tempo de leitura: 8 minutos

Matéria original:
https://www.medjugorjetuttiigiorni.com/2019/05/a-medjugorje-assistiamo-conversioni.html?spref=fb&fbclid=IwAR1b1EXlE2Qh5iCuyVa0ZEp4Ssx740V5h-y0a_t4_NKgE6SDPmFiSoylyVY

Mons. Hoser: A Medjugorje assistiamo a trasformazioni spettacolari che avvengono ogni giorno
9 maggio 2019

Il vescovo è stato ordinato a Roma il 19 marzo 2005. Papa Benedetto XVI lo ha nominato il 24 maggio 2008 all’arcivescovo di Varsavia-Praga in Polonia. Papa Francesco lo ha nominato un inviato speciale della Santa Sede per Medjugorje l’11 febbraio 2017, e il 31 maggio 2018, il Visitatore Apostolico con un ruolo speciale per la parrocchia Medjugorje, per un tempo indefinito e ad nutum Sanctae Sedis .
INTERVISTA
Maggio – Ottobre, sono dei mesi dedicato alla Madre Celeste, dal tuo punto di vista, che cosa c’è nel mondo dell’adorazione di oggi della Madonna?
I due mesi dedicati alla Madonna mostrano l’importanza della sua presenza e azione, e la sua missione per la salvezza del mondo. La prospettiva mariana è tanto più importante in quanto ci insegna una storia recente di salvezza. Intendo interventi nelle grandi apparizioni e rivelazioni private che la Chiesa ha ammesso come: Lourdes, Fatima, Kibeho, la Salette o Banneux in Belgio. Queste apparizioni mostrano il suo posto e la sua importanza nella salvezza del mondo. Penso che la nostra lealtà verso la Madre di Dio sia molto importante nel nostro cammino di fede e speranza per il futuro del mondo, perché è nostra Madre che ci conduce a nostro Figlio, il Salvatore del Mondo.
Papa Francis Village il 31 maggio 2018, ha nominato Visitatore Apostolico con un ruolo speciale per la parrocchia di Medjugorje, per un tempo indefinito e ad nutum Sanctae Sedis . Qual è il contenuto di questo servizio e cosa rappresenta per te personalmente?
Il Santo Padre mi ha mandato a Medjugorje con una missione specifica e un mandato che dimostra l’importanza di questa missione. Si tratta di migliorare e sviluppare l’accettazione dei pellegrini che vengono a Medjugorje da tutto il mondo e che sono sempre più numerosi. È quindi necessario offrire un’adeguata assistenza pastorale in termini di formazione della liturgia e fornitura di sacramenti. Ciò che si è sviluppato a Medjugorje mostra un grande desiderio di confessione, cioè di conversione. Qui stiamo assistendo a conversioni spettacolari che avvengono quotidianamente. Il mio ruolo è quello di collaborare con tutte le forze vive che sono presenti a Medjugorje – sacerdoti, religiosi e laici, di offrire tutta una serie di opportunità che esistono. Medjugorje si distingue da luoghi simili da sforzi incredibili verso l’educazione, la catechesi, non solo la liturgia in quanto tale.
Quanta consapevolezza del ruolo esaltato di Maria nella storia della salvezza è ancora forte tra i cristiani? Puoi illustrare attraverso l’interazione con le persone che si radunano a Medjugorje?
Grignion de Montfort ha dimostrato l’importanza del ruolo di Maria nella salvezza del mondo e nella vita di Gesù Cristo . Ha attirato l’attenzione nel suo tempo e più tardi in quella spiritualità. Si basa anche sul marianesimo di Giovanni Paolo II. Vediamo come le apparizioni mariane si sono moltiplicate da quel momento. Ciò conferma la devozione mariana che si sta evolvendo attraverso la storia. Il Concilio Vaticano II mostra il ruolo e l’importanza di Maria nella vita della Chiesa e del mondo. Credo che Medjugorje confermi questo processo e questo sviluppo della storia della salvezza.
Hai svolto vari servizi in Europa e in Africa. Potresti confrontare questa santa devozione alla Beata Vergine Maria in relazione ad altri luoghi in cui hai lavorato?
Ciò che conta per la devozione mariana in tutto il mondo è simile. È in relazione alle persone della Santissima Trinità e alla missione salvifica di suo Figlio, e questa vicinanza è importante ovunque ci sia la devozione mariana. Maria ci manda sempre da suo Figlio. La via più breve per Gesù Cristo conduce attraverso Maria e sono molto felice di essere a Medjugorje quel culto sviluppato in forma di cristocentrico che è, tra le altre cose, un segno di buona fede e correttezza. Quella devozione è solida. Ci sono anche differenze culturali nella devozione mariana. Ogni paese ha una sua storia. Ad esempio, in Ruanda, dove ero un missionario, ha sviluppato la devozione alla Madonna dei poveri, secondo le apparizioni in Belgio a Banneux 1933. Dopo di che, a Kibeho la Madonna è apparsa come Madre del Verbo e occupa un posto importante nella spiritualità e pietà popolare.
Vediamo che oggi la maternità si trova di fronte a varie sfide come: difficoltà a rimanere nell’altro stato, aborto, maternità surrogata della maternità … Può un esempio di BDM aiutare? Che cosa, come medico, puoi dire la traccia di questo problema?
Non possiamo dimenticare di sposare Maria come madre. Era davvero una madre come tutte le madri del mondo, era incinta e partorì suo Figlio, e il suo seno da allattamento era parlato da una donna della moltitudine, dice il Vangelo. Tutto questo mostra la grandezza della maternità e la sacralità di questo stile di vita in cui nasce una nuova vita e che accompagna la vita in ogni fase.
Quanto è connesso il tuo attuale servizio al carisma della tua congregazione di vigili del fuoco?
La spiritualità dei palatini che abbiamo ricevuto dal fondatore di Vinko Palotti è l’apostolato universale. Ciò significa servire la crescita del regno di Dio sulla terra con tutti i mezzi che abbiamo a nostra disposizione. Questa è la prima caratteristica. L’altro è molto mariano, onoriamo la Beata Vergine Maria come la Regina dell’Apostolo che era presente in tutti i momenti della vita di Gesù. Alla fine, era presente allo scoppio dello Spirito Santo nel giorno di Pentecoste. Era tra gli apostoli che hanno ricevuto la pienezza dello Spirito Santo. Quindi la spiritualità dei palatini è un grande sostegno per me che mi permette di vedere il valore di tutti i carismi che esistono nella Chiesa e che trovo qui a Medjugorje.
Quale posto, secondo lei, i fedeli laici tengono nella vita della devozione mariana? C’è ancora una preghiera del rosario vivente?
Mi sembra che il popolo di Dio, il laicato, abbia un profondo senso di sana pietà e spiritualità che è molto vivo, non solo a livello intellettuale, ma come risposta dell’intera persona alla chiamata di Dio, che significa dedicare Dio allo spirito, anima e corpo. I signori sono quelli che, soprattutto, onorano la Beata Vergine Maria. Ho l’impressione che i teologi siano lontani da Maria, a differenza della gente comune. Nelle apparizioni e rivelazioni private, Maria si rivolge alle persone semplici, spesso bambini e adolescenti, e non ai teologi dei college e delle facoltà di teologia che non hanno facile accesso alla devozione mariana. La corona è una preghiera privilegiata della gente comune, una preghiera che ci guida attraverso tutti i misteri di Gesù e della vita di Maria. Riassume ciò che è importante nella nostra fede.
Come un polacco nato, i cui compatrioti estremamente influenzare la Vergine Maria, per sperimentare il popolo croato che la Beata Vergine spesso tutta la sua storia la preghiera chiamata “l’avvocato più fedele”?
Polacchi e croati sono facili da confrontare. Entrambi hanno vissuto situazioni altrettanto difficili: le guerre per la difesa del paese, l’occupazione, la lotta per l’indipendenza. La Polonia è un paese che esiste da quasi mille anni, e nel 19 ° e 20 ° secolo non è stato indipendente per 123 anni. Durante i quattro secoli, i croati hanno perso la loro indipendenza sotto l’occupazione turca. Ci sono analogie linguistiche perché entrambi appartengono alla grande famiglia dei popoli slavi, ci sono riflessi simili, soprattutto un grande amore per Maria, che è la nostra regina e che sorveglia la sovranità e la libertà della nostra nazione.
Tra le litanie lauretiste ci sono molti BDM insensibili. Considerate le sfide di oggi nel mondo, quale sarebbe la più attuale?
Dai litici lauretini è difficile scegliere un nome per il nostro tempo perché tutti questi nomi mostrano chi è Maria e quale è la sua missione. La sua identità e la sua missione non possono essere separate, vanno insieme e tutti sono invisibili. Sono integrati con nomi più recenti. Ad esempio, il nome scelto qui a Medjugorje – la Regina della Pace è stato introdotto da Papa Benedetto XV in litania . durante la prima guerra mondiale nel 1917. Ci diede Maria come colei che promuove la pace e ci aiuta a vivere la pace.
Cosa ti ha particolarmente impressionato nel tuo primo incontro con Medjugorje? Qual è il più prezioso in questo posto?
Ciò che veramente mi è venuto a Medjugorje è lo zelo dei pellegrini che vengono. C’è un bivio su Križevac dove non è facile andare e le persone salgono per mostrare quanto sia importante il crocevia. Il Rosario è pregato per la Collina e la gente prega davvero con grande fervore. Mi colpisce. L’altra cosa è il silenzio e l’adorazione. La terza cosa è la confessione di massa, incredibilmente massiccia, così tanti preti non riescono a soddisfare tutte le richieste di confessione che rappresentano la porta della conversione, le porte che ora sono chiuse in molti paesi, specialmente nell’Europa occidentale. La quarta cosa è il grande sforzo investito nell’educare la fede sotto forma di molti esercizi spirituali, seminari, congressi e catechesi offerti qui per sviluppare una comprensione della fede che era la caratteristica della Beata Vergine Maria.
Parlando: Josipa Prskalo / Nedjelja.ba
croato-italiano P. Perica Ostojić ; Lidija Parigi francese-croata

Fonte:http://www.brotnjo.info/2019/05/09/mons-hoser-u-medugorju-smo-svjedoci-spektakularnih-obracenja-koja-se-dogadaju-svakodnevno/?fbclid=IwAR24PtIMobe5xZP5fmW-kX4R-ex5NFVOYn5MqlFHQJg2-SoSIxrTxM3Ihl4

Compartilhe!

Deixe uma resposta

O seu endereço de e-mail não será publicado. Campos obrigatórios são marcados com *